Experience with Google Web Toolkit

Salve a tutti,

questo articolo si propone di condividere la mia esperienza con questo strumento messo a disposizione dalla grande G, nel corso delle sue evoluzioni con l’obiettivo di trasmettere pro e contro (difficile trovarne..) di questo potente tool.

-cos’è GWT ??

Il primo errore che ho commesso nel valutare il Google Web Toolkit è stato considerarlo un framework, (WARNING) , GWT non è un framework, bensì un insieme di strumenti che permettono lo sviluppo,  la manutenzione e il debugging di grosse applicazioni Javascript/AJAX. Infatti esistono quelli che possiamo definire dei veri e propri framework basati (chi più, chi meno) su GWT.

Parliamoci chiaro: a chi è che piace programmare in Javascript? Considerando specialmente aspetti come il debugging e la manutenzione non è una passeggiata, soprattutto se si proviene da una realtà come Java(SE o EE) andare su Javascript è come tornare alla preistoria.

Un primo punto di forza di questo strumento (e credo il fondamentale) è la possibilità di sviluppare le applicazioni attraverso il linguaggio Java portando con sè tutti i suoi vantaggi già affermati al giorno d’oggi specialmente per il packaging , la manutenzione,  per non parlare della facilità dei processi di sviluppo del software, che la tecnologia Java mette a disposizione.

Un altro problema del linguaggio Javascript e la tecnologia AJAX annessa, è la portabilità che i vari browser rendono sempre più difficile, il principio write once, run everywhere motto di Java viene propagato da GWT grazie al grosso lavoro del team di sviluppatori di questo toolkit che ha reso la vita facile a tanti altri sviluppatori.

Veniamo a noi:

Innanzitutto voglio premettere che non sono un “filoGoogle” d’altro canto bisogna dare a Cesare quel che è di Cesare, e Google merita un bel 10 su 10 se consideriamo aspetti come: portabilità del software, potenzialità del web, modelli di sviluppo. Su questo ed altro il tool di Google offre ampia versatilità ma allo stesso tempo riesce a dare all’utente poco esperto la consapevolezza delle potenzialità del web.  GWT si propone come un tool completo per scrivere e debuggare applicazioni: web come lo fa? Ti fa scrivere codice Java e te lo compila in Javascript. Un altro, a mio avviso, grosso errore che commettono molti utenti (me compreso) è di considerarlo un semplice compilatore, in realtà il compilatore è il cuore di GWT e fa parte dell’insieme di strumenti offerti per gestire: creazione di interfacce grafiche stile web2.0, modalità di deploy dell’applicazione, controllo del download delle risorse, ottimizzazione del codice.

Inoltre il Google Web Toolkit, offre delle API per sviluppare anche la parte server della nostra applicazione. L’invocazione della parte server è basata su chiamate RPC il cui protocollo è trasparente allo sviluppatore nel senso che non deve conoscere i dettagli del payload HTTP o dell’header, il tutto continua ad essere sviluppato in Java. Inoltre la parte server si appoggia alla specifica Servlet già ampiamente diffusa e conosciuta sul mercato.

Possibili svantaggi di GWT si possono ricondurre ad una vera e propria dipendenza dal tool che a mio avviso dovrebbe essere evitata creando disaccoppiamenti applicativi o con la consapevolezza di cosa si sta utilizzando e perché.

A presto.

NonSoloUniX

 

 

 

Annunci

Firefox 3 e video Flash

Forse molti di voi che stanno usando Hardy Heron (Ubuntu 8.04) avranno notato rallentamenti e scattosità con i video in flash (ad esempio quelli di YouTube et simila…).

Personalmente io trovavo grossi problemi e a volte Firefox 3 finiva per non rispondere completamente ai comandi, quindi ad un certo punto mi sono sentito in dovere di indagare.

Per chi non lo sapesse quando si installa per la prima volta il Flash Plugin per Firefox Ubuntu vi fa scegliere quale installare dato che esistono più cloni dello stesso.

Io ho deciso di installare il flashplugin-nonfree, poco etico ma molto efficace visto che è la versione di flash ufficiale, purtroppo non è open source, ma meglio di niente; quando si installa questo pacchetto viene installata anche una dipendenza per il supporto all’audio dei filmati flash con il server audio PulseAudio. Ed è proprio questo pacchetto che dà tanti problemi con FireFox 3.

Quindi se usate il flash-plugin-nonfree vi consiglio di rimuovere il pacchetto libflashsupport

sudo apt-get remove libflashsupport

Poi andate in Sistema->Preferenze->Audio e selezionate come server sonori ALSAcome in figura:

Ora dovrebbe andare tutto per il meglio…almeno io ho riscontrato effetti positivi dopo questo cambiamento.

A presto.

NoNSoLo1x.