Una lista di giochi 3d per Linux….

Il grande passo lo chiamerei io…

… incentivare in qualche modo le software house affinchè producano giochi decenti anche per noi linuxiani…il modo di incentivare? Facendole rendere conto che conquistare anche la fetta di mercato Linux non sarebbe un’idea da lasciare in fondo alla lista.

Per il momento possiamo accontenarci di poco sia dal lato commerciale che per i giochi open-source, ma la scelta lascia comunque l’imbarazzo per chi si trova nuovo a questo problema ecco perchè ho deciso di redarre questo articolo contenente una lista di giochi per Linux che verrà aggiornata con le mie e le vostre segnalazioni.

Cominciamo(in ordine di scoperta):

Alien Arena:

Genere: Sparatutto 3D

Bhe devo dire che questo gioco mi ha davvero colpito per la sua fluidità e giocabilità, scopo del gioco uccidi gli alieni , vasta gamma di armi per riuscire nell’obiettivo. Possibilità di giocare anche on line.

Open-source : SI

Sito di riferimento: http://www.alienarena.org/

Alien Arena

WarSow:

Genere: Sparatutto 3D online (stile cell-shading)

Questo gioco è da provare per la grafica in stile cell-shading. Si puo’ giocare solo on-line e mette a disposizione le solite modalità degli shoot’em up on line: death match, capture the flag, team death match , etc etc. Insomma utilissimo per divertirsi con gli amici. Permette di creare server dedicati, perciò se avete un amico con una buona connessione potrete divertirvi alla grande, in alternativa ci sono up già molti altri server per cominciare a giocare nel mondo di WarSow.

Open-Source: SI

Sito di riferimento: http://www.warsow.net/

WarSow

Frets on Fire:

Genere: Simulatore chitarra 3D

Mitico clone dell’ormai famoso Guitar Hero, penso che sia stato il precursore dell’avvento di Guitar Hero 3 per PC. Disponibile per piattaforma Linux , Mac OS , e Win32… Su vari programmi di P2P si possono trovare in condivisione vari archivi di canzoni per potersi divertire alla grande con questo gioco che consiglio vivamente a tutti, specie gli amanti della musica!! Nessuna possibilità di giocare on-line, carina l’idea di tenere una classifica dei punteggi globale tenuta dal team di sviluppatori di FoF.
Open-Source: SI

Sito di riferimento: http://fretsonfire.sourceforge.net/

Frets on fire

Open Arena:

Genere: Sparatutto 3D

Ennesimo shoot ‘em up in prima persona per Linux pieno delle solite modalità per giocare on-line.

Open-Source: SI

Sito di riferimento: http://www.openarena.ws/

Open Arena

Soldier of Fortune:

Genere:  Sparatutto 3D

Un vero capolavoro uscito nel 2000 che si fa ancora valere,  dopo quasi 8 anni  il gioco trasmette ancora emozioni.  L’Activision merita visto che ha sempre cercato di non deludere gli utenti Linux!

Il personaggio che noi interpretiamo è quello del mercenario John Mullins che viene assoldato dal governo statunitense per scovare e distruggere un’organizzazione criminale che ha da poco rubato quattro testate nucleari. Ci muoveremo in molti scenari come metropolitane e treni, e in molti paesi come la Russia e Iraq.

Insomma: da provare!!!

Open-Source: NO.

Sito di riferimento:  http://www.soldier-of-fortune.com/

SoF

Annunci

Buon Natale a tutti!!

NonSolo1x(Unix) augura a tutti i lettori di questo blog – e non solo 😉 – un buon natale!!

Installazione di Avant Window Navigator + applets su Ubuntu Hardy Heron

Bene ecco finalmente pronta la guida per come avere le tanto amate applets di Avant Window Navigator!!

Ci sono due modi per avere la awn con applets installate per la vostra Ubuntu (a dire la verità il secondo metodo è valido per tutte le distribuzioni a meno delle dipendenze):

  1. Installarle dal pacchetto precompilato
  2. Installazione dai sorgenti

Installazione dal pacchetto precompilato:

Aggiungete queste linee alla fine del vostro /etc/apt/sources.list, quindi

sudo gedit /etc/apt/sources.list

e aggiungete i seguenti repository:

deb http://ppa.launchpad.net/reacocard-awn/ubuntu hardy main
deb-src http://ppa.launchpad.net/reacocard-awn/ubuntu hardy main

a questo punto lanciate il comando per aggiornare la lista dei packages:

sudo apt-get update

ora non vi resta che installare le applets dando un bel

sudo apt-get install avant-window-navigator-bzr awn-manager-bzr awn-core-applets-bzr

Installazione dai sorgenti:

Per l’installazione da sorgenti della sola barra AWN rimando alla mia guida presente a questo link.
Ovviamente prima di cominciare a compilare dobbiamo soddisfare le dipendenze affinchè nel nostro sistema siano presenti le librerie che permetteranno al compilatore di non uscire con un exit status di errore…
Quindi:

sudo apt-get install libgnome-menu-dev librsvg2-dev libgtop2-dev libsexy-dev libnotify-dev python-alsaaudio python-libgmail libvte-dev

lanciare il comando per scaricare i sorgenti (verranno scaricati in una directory “awn-extras” che verrà automaticamente creata):

bzr co lp:///~awn-extras/awn-extras/trunk awn-extras

Ora posizionatevi nella directory dove sono presenti i sorgenti delle applets….

cd awn-extras/

…e date in sequenza questi comandi per compilare (N.B.: se uno di essi restituisce uno stato di errore non potete lanciare il successivo):

./autogen.sh
make
sudo make install

Se tutto è andato bene… complimenti, ora avete le applets per vostra AWN pronte per l’uso quindi non vi resta che provarvele tutte dal menu Preferenze di AWN.

Menu Applet AWN

KDE 4

Da quando è stata rilasciata la RC1 di KDE 4 mi sono deciso a raccogliere informazioni per scrivere un articolo riguardo questa nuova versione dell’oramai famoso K Desktop Enviroment….

Ma veniamo subito ai contenuti:

Sul sito di KDE è possibile trovare istruzioni per fare un build completo¹ della vostra RC1 di KDE4, la guida non è in italiano ma non è difficile da tradurre e specialmente per gli ubuntisti come me non si devono seguire molti passi, nei repository di ubuntu addirittura è già presente una versione precompilata di una release di KDE4 sempre non ufficiale ovviamente…

Essendo un programmatore, il mio motto è “fallo compilare che non te ne pentirai!” , due ore et voilà , la mia KDE4-RC1 installata!

Purtroppo non c’è molto da scoprire, la RC1 è una versione incompleta e inadatta per un uso quotidiano di un pc o di un laptop, ma le novità si colgono subito se si vuole fare un paragone con le precedenti versioni di KDE… un modo praticamente innovativo con la versione 4 di gestire il proprio desktop, credo che il team di sviluppatori abbia voluto unire la praticità di una dock-bar con la comodità dei widgets trascinabili, (quelli di SuperKaramba per intenderci). Insomma davvero un bel lavoro e appena uscirà una versione stabile non mancherà una guida su come passare a KDE4 in Ubuntu Gutsy Gibbon.

Dal blog di Riccardo Iaconelli che fa parte dello staff di KDE leggo:

Too bad KDE 4.0 won’t be released the 11th of december, would have been the perfect present for my birthday (which is the 11th infact). Well, I think I can live without it. :\

Diciamo che posso ritrovarmi nelle parole di Riccardo anche se il regalo mi sarebbe stato fatto in anticipo di 4 giorni (infatti il mio compleanno è il 15 dicembre :P), ma penso di (come  Riccardo)  poter sopravvivere.

In attesa della versione stable di KDE 4 vi saluto e vi consiglio di leggere il blog di Riccardo o di felipe per vari aggiornamenti al riguardo dato che io non avrò molto tempo per scrivere articoli costantemente.

¹ completo nel senso che è fatto bene non che è fatto in modo che vengano installati tutti i componenti in un unica volta

Sto rivalutando le AWN applets….

Mi ero sempre mostrato contro queste applets di AWN perchè totalemente inutili… da ieri mi son dovuto ricredere quando ho compilato il nuovo pacchetto di applet per AWN…

Finalmente un applet utile: La Shell Applet

Anche se non è da sminuire il lavoro che stanno facendo epr far evolvere questo pacchetto di applets devo dire che la shell applet merita davvero un elogio in particolare visto che ha molti vantaggi:

  1. Non c’è bisogno di aggiungere il launcher della shell
  2. Shell sempre a disposizione con un clic e nascondibile con la stessa operazione
  3. La shell è un thread della barra quindi meno memoria occupata

Unica pecca dall’applet shell non è possibile avviare sessione multiple…. spero che aggiungano qualcosa per implementare questa feture nell’applet…

Intanto un video dimostrativo da me creato:

Avant Window Navigator – Installazione su Ubuntu Hardy Heron

Ho scritto precedentemente un articolo su due object bar a confronto: Kiba-Dock e AWN elogiando Kiba-dock per la sua stabilità… ma un attimo dopo Kiba mi ha tradito

Un punto anche per AWN dunque!!!

Da quando Kiba mi ha abbandonato all’ultima revisione con un inspiegabile segmentation-fault , AWN si è rivelata una valida sostituta, ed ormai si è consolidato il rapporto definitivo per l’utilizzo di questa barra!!

Non vuole essere contraddizione ma aggiornando l’ultima revisione di AWN i bug risolti sono stati davvero molti e “magicamente” AWN non mi crasha più .E all’ultima revisione è diventata davvero stabile e super fluida!!

Per chi volesse installare AWN su distribuzione Ubuntu può seguire questi passi:

  • Installate le seguenti dipendenze :

    sudo apt-get install build-essential automake1.9 autotools-dev libxdamage-dev libxcomposite-dev libgnome2-common libgnome2-dev libgnome-desktop-dev libgnome-vfs-dev libgtk2.0-dev libwnck-dev libgconf2-dev libglib2.0-dev libdbus-glib-1-dev libgnomevfs2-0 libgnome-desktop-2 libgnome2-0 libwnck-common python-gtk2 python-gconf gnome-common python-dev python-gtk2-dev python-cairo-dev python-gnome2-dev

  • Installate l’applicazione Bazaar:

    sudo apt-get install bzr

  • Prelevate i sorgenti:

    bzr co http://bazaar.launchpad.net/~awn-core/awn/trunk avant-window-navigator

  • Accedete alla directory appena creata:

    cd avant-window-navigator

  • Compilate dando in successione questi tre comandi:

    ./autogen.sh
    make
    sudo make install

Se volete anche le applets vi rimando a questa guida sempre da me redatta!